05/10/2020   Forlì (ITA): Giulia Gabriele e Andrea Di Carlo campioni Italiani U16






 

 

 

Sabato a Forlì (ITA) si è svolta la prima giornata della Rassegna Nazionale U16 con le due gare di marcia sulla distanza dei 3.000m per le donne e dei 5.000m per gli uomini.

 

 

3.000m marcia su pista U16 cadette

 

Sono in 14 le giovani atlete che si cimentano per la conquista del titolo di Campionessa Italiana U16 e per portare punti preziosi alla propria regione per la classifica globale  delle prove dell’atletica.

Come sempre avviene le giovanissime si danno battaglia, ma dobbiamo proprio ammetterlo che questa volta il pubblico che ha assistito dalle tribune ha visto una bella gara di marcia.

 

A dare spettacolo in particolare sono state due atlete: Elisa Marini (anno 2006) di Macerata e Giulia Gabriele (anno 2005) di Roma.

Non sappiamo chi sia l’allenatore dell’atleta marchigiana (voci dell'ambiente ci dicono che sia seguita da Alberta Zamboni che è una Giudice regionale di marcia delle Marche), mentre conosciamo personalmente quello dell’atleta romana (Lorenzo Dessì delle Fiamme Gialle, ex marciatore e marito di Antonella Palmisano).

Proprio con lui nella mattinata successiva ci siamo intrattenuti di fronte ad un caffè per rivivere quanto di bello queste due giovanissime U16 ci hanno dato da vedere in particolare nell’ultimo giro di pista, ma ancor più negli ultimi 50m di gara dove, abitualmente, i giovanissimi si scompongono anche per la innata voglia dei vittoria.

La foto, dal sito Fidal, che abbiamo pubblicato in copertina dimostra chiaramente che a 14 e 15 anni si può marciare, entusiasmare e vincere medaglie senza aver tralasciato nulla del gesto tecnico.

Complimenti quindi ai due allenatori per l’impostazione che hanno dato a queste due giovanissime delle quali, speriamo, certamente sentiremo parlare in futuro.

 

I primi 1.000m vedono in testa Elisa Marini in 4:59.5

Ai 2.000m le due sono assieme in 10:03.8 (5:04.3)

Nell’ultimo giro entrambe provano a vincere (ultimi 1.000m in 4:34.0), ma la vittoria va a Giulia Gabriele in 14:37.80. 

Secondo posto a Elisa Marini in 14:40.17

Terzo posto a Francesca Vinti in 15:02.24

 

 

 

 
 
 
5.000m marcia su pista U16 cadetti

 

Se si avesse voluto scommettere su un vincitore certo, prima della partenza, almeno il 60% degli addetti ai lavori avrebbe puntato su Omar Moretti della Toscana che con il suo 24.27.84 era di gran lunga il capolista della stagione 2020.

Dietro a lui solamente Davide Lena Neumann del Friuli Venezia Giulia sembrava in grado di impensierirlo (24:49.79).

Ma nei giovani il testa a testa della gara è una cosa che difficilmente può essere espressa solo in termini cronometrici.

La vittoria arriva dopo una serie di battaglie per ottenere la testa della gara, spesso con accelerazioni improvvise e seguite da decelerazioni altrettanto improvvise che mettono a dura prova la muscolatura giovanile di chi non è ancora abituato a gestire mentalmente la gara.

E così è stato anche a Forlì.

 

Va subito in testa Omar Moretti seguito da Davide Lena Neumann, da Giuseppe Disabato, da Andrea Di Carlo e da Federico Ciaschetti.

Poco prima dei 1.000m Davide Lena Neumann va in testa, pensando di far valere il proprio secondo tempo fra gli iscritti.

Passa ai 1.000m in 4:43.5, ma si scompone e fiocca la prima red card a suo carico, assieme a quella per Salvatore campanile.

 

Viene rilevato in testa alla gara da Omar Moretti che guida il gruppo sia 

- ai 2.000m in 9:26.0 (4:32.5)

- ai 3.000m in 14:12.5 (4:46.5)

Nel frattempo Davide Lena Neumann viene fermato dalla giuria nella zona di penalità ed esce ai giochi per la vittoria.

Poco dopo stessa sorte subirà Jacopo Gagliardi.

 

Poco prima dei 4.000 (18:56.1 - 4:43.6) a giocarsi la vittoria restano in due: Omar Moretti e Giuseppe Disabato e sembra proprio che il favorito ce la faccia nonostante entrambi siano gravati da due red cards.

Dietro a loro ad una trentina di secondi c’è Andrea Di Carlo e ad un’altre ventina di secondi Federico Ciaschetti.

 

Ore 17:07: si materializza la terza red card a carico di Omar Moretti proprio mentre passa in seconda posizione davanti al tavolo del Giudice Capo che lo invita a sostare per 30” nella zona di penalità.

Per Giuseppe Disabato sembra l’opportunità della vittoria, ma ancora non sa che mentre lui passa in testa arriva al tavolo della giuria anche le terza red card per lui.

Verrà fermato nella zona di penalità nell’ultimo giro quando mancheranno 80m all’arrivo.

 

Andrea Di Carlo (ma ancora non lo sa) si trova così in testa alla gara con non più di una decina di metri su Omar Moretti che sconsolato non reagisce e decide di accontentarsi di quello che per lui è un bronzo (ma con un po’ di più ostinazione forse si sarebbe trasformato in argento).

Andrea Di Carlo passa davanti alla zona di penalità e vede l’avversario ancora dentro, capisce e allunga quel tanto che basta per non essere più raggiunto.

 

 

 

 

Vittoria in 23:54.85 nuovo record personale (precedente di 24:51.09 stabilito sempre qui a Forlì’ in occasione della Rassegna del 5.10.2019 quando arrivò nono.

Secondo posto per Giuseppe Di Sabato in 23:58.38 che nonostante la sosta nella zona di penalità ottiene il nuovo personal best (precedente di 25:33.52 ottenuto a Molfetta il 25.7.2000)

Terzo posto a Omar Moretti in 24:01.85. Anche lui nonostante la sosta nella zona di penalità ottiene il nuovo personal best (precedente di 24:27.84 ottenuto a Campi Bisenzio il 12.9.2000)

Quarto posto per Federico Ciaschetti in 24:16.52 anche per lui personal best. (precedente di 24:27.02 stabilito sempre qui a Forlì’ in occasione della Rassegna del 5.10.2019 quando arrivò sesto.

 

Ma la sequenza thriller della gara non è finita.

Un’improvvida comunicazione dello speaker informa il pubblico che il secondo arrivato, Giuseppe Di Sabato, sarebbe stato squalificato.

Si apre quindi la serie delle proteste prima da parte della rappresentativa della Puglia, poi da parte di quella dell’Abruzzo che reclamano una rivisitazione dell’ordine di arrivo.

Dopo le spiegazioni della giuria finisce tutto in una bolla di sapone.

 

 

 

Risultati Ufficiali - Official results

 

 

 

 

 



Condividi su facebook