09/09/2020   Domenica 13.9.2020 il 12° Memorial Rodolfo Crasso nel 75° del Gruppo Sportivo San Giacomo






 

 

La data era passata inosservata, ma non a me.

Chiedo scusa ai nostri lettori per il ritardo voluto di questa notizia, ma soprattutto perchè questa volta ho deciso di rivolgermi loro in prima persona: chi amministra siti web non dovrebbe mai farlo.

Per me la notizia di oggi però è una di quelle che hanno segnato la mia vita sportiva, e spero che le scuse saranno ben accettate.

 

Storia

 

Il 25 aprile 1945 per intuizione di un marciatore di Trieste, Rodolfo (per tutti Rudi) Crasso e di altri lungimiranti atleti della Trieste post bellica, venne fondato il Gruppo Sportino San Giacomo, che per oltre 50 anni ebbe la sua sede storica in Via dell’Industria, 11.

Erano anni bui per la città alle prese nel secondo dopoguerra con fazioni politiche di colorazioni diverse, occupazione Anglo-Americana, delle quali non vogliamo né dobbiamo occuparci, ma che lasciavano il segno nel tessuto sociale cittadino che dai tempi di Maria Teresa d’Austria e poi Carlo VI si era sempre sentita libera.

 

Rodolfo “Rudi” Crasso era un fervente repubblicano, ma ancor di più era un innamorato della marcia, quella di lunga distanza. Tanto per capirci quella che iniziava ai 35km.

Aveva iniziato assieme ad un altro grande nome della marcia di Trieste, quel Giuseppe “Pino” Cressevich (ferroviere, che si allenava dopo i turni lavorativi, nei quali aveva come compagno di servizio mio padre)  che all’epoca era uno dei pigliatutto nella marcia italiana, anche se in fase calante per l’età. Pino avrebbe coronato il suo sogno nel 1952 partecipando alla 50km olimpica di Helsinki, quella vinta dall’altro “Pino” Dordoni mentre il Pino di Trieste si classificò 10° in 4:44.30.2

 

 

Il Gruppo Sportivo San Giacomo allora

 

Entrai nel San Giacomo nell’autunno del 1960 (prima avevo giocato a pallacanestro vista la mia altezza - 180cm - che per allora non era male). Rudi mi vide alto e mi indirizzò agli ostacoli: la mia prima gara finì molto male con un capitombolo e ovviamente ultimo.

Allora il fanatico Rudi decise di farmi fare la marcia visto che eravamo in tre del 1947 e allora eravamo allievi (non esistevano gli U16).

 

Già meglio. Restavo comunque uno che all’epoca marciava sui 4.000m in pista (era quella la distanza per gli allievi) in 21:47.0. Non sarei stato certamente una star.

Però il profumo delle trasferte in diro per l’Italia mi ingolosiva.

Fu in una di queste a Legnano nel 1961 che feci la conoscenza con il Pino Dordoni (mio grande mentore successivamente) e con colui che aveva vinto quel giorno la gara Junior, un certo Vittorio Visini, con il quale mi lega un’amicizia di quasi 60anni.

 

 

 

 

Poi la scuola, il lavoro, l’università e soprattutto l’altro mio grande amore, la montagna, mi staccarono dal San Giacomo.

Ritornai parecchi anni dopo, nel 1974, a seguito di una tragedia di montagna che mi portò a più miti consigli visto che avevo messo su famiglia.

Rudi mi spinse a fare il giudice di marcia; disse che avevo occhio. Lascio ai lettori decidere se fosse vero o meno.

Chissà quante volte se ne sarà pentito !

 

La sua intuizione di portare l’endurance nei rioni cittadini gli aveva fatto creare fin dal 1953 il “Palio dei Rioni” un circumnavigare attraverso i rioni cittadini con due gare (una di marcia e una di corsa) su distanze variabili tra i 5km e i 10km.

Partecipai anch’io a qualche edizione; chiedo ancora scusa, ma desidero ricordare a me stesso quei bei anni.

 

 

 

 

 

Veniva fatta poi una classifica a squadre. 

Ricordo che avevo chiaramente capito che per Rudi, la vittoria in classifica del Gruppo Sportivo San Giacomo aveva lo stesso sapore che al Palio di Siena avrebbe avuto la vittoria dell’Aquila davanti alla contrada nemica della Pantera.

Tutto per la vittoria.

 

 

 

Rodolfo Crasso il primo in piedi a sinistra

 

 

Il Gruppo Sportivo San Giacomo negli ultimi anni

 

Rudi Crasso, denominato il “Sindaco di San Giacomo” venne a mancare alla veneranda età di 95 anni il 4.1.2009.

La mia attività di Giudice di Marcia, purtroppo mi fece perdere i contatti con la mia società d’origine, e ben poco so di quello che accadde alla morte del Presidente Onorario e Fondatore.

 

Nel ottobre 2016 gli eventi della vita mi portarono a conoscere l’attuale Presidente, Ruggero Poli, con il quale scoprii un certo feeling.

Praticamente sulle fondamenta di base dell’attività di endurance l’attuale direttivo del San Giacomo ha continuato a farsi onore nello sport cittadino.

Oggi il Gruppo Sportivo San Giacomo con i suoi 75 anni è la Società Sportiva più longeva di Trieste.

 

Ruggero Poli non ha voluto dimenticare lo storico Predente Onorario e Fondatore, e ogni anno organizza il memorial che è dedicato ad una delle figure simbolo della città e della storia del San Giacomo.

 

 

 

 

Ruggero Poli attuale Presidente

 

 

 

La 12° edizione del Memorial Rodolfo Crasso

 

Dal 2009 compreso ogni settembre o ottobre Ruggero Poli ed i suoi collaboratori ricordano il Presidente scomparso.

Nel 2016 e 2017 anche l’attuale presidente ebbe un’intuizione bellissima: portare la marcia del “salotto buono” della città in quella Piazza Unità d’Italia che aveva visto l’entrata delle truppe italiane alla fine della Prima Guerra Mondiale.

Ospite e madrina dell’edizione 2017 fu Antonella Palmisano mentre tra gli atleti spiccavano i nomi di Francesco Fortunato, Leonardo Dei Tos, Stefano Chiesa e Riccardo Orsoni negli uomini, mentre nelle donne Valentina Trapletti, Nicole Colombi e Ivana Renic (CRO), le ultime due purtroppo costrette al ritiro nel caldo di Doha del 2019.

 

 

 

 

Fra questi nomi apparve quello di Emiliano Brigante, un giovane di Monfalcone che risiede a Ronchi dei Legionari che, seppur alternato alti è bassi per problemi tecnici, è una delle grandi speranze della marcia U18 Italiana.

Brigante sarà in gara allo Stadio Grezar di Trieste domenica 13.9.2020 con partenza alle 9:45 nella 10.000m marcia su pista.

L’obiettivo è quello di abbattere il proprio personale con un tempo attorno ai 43:00.00

Indiscrezioni ci raccontano anche della presenza di un altro giovane dalle buone speranze, Aldo Andrei, di due anni più vecchio e quindi U20 che ha un tempo di accredito di 43:34.24.

I due si conoscono e probabilmente cercheranno assieme il risultato di prestigio.

 

 

Gli iscritti più importanti

 

 

Uomini

 

 

Atleta Anno Cat. Societ‡ Accredito
DEI TOS Leonardo 1992 SM BZ066 ATHLETIC CLUB 96 ALPERIA 41:23.00
ANDREI Aldo 2001 JM TN104 GS VALSUGANA TRENTINO 43:34.24
COPPINI Niccolo' 1997 SM FI002 ATLETICA FIRENZE MARATHON S.S. 44:10.38
DISARO' Michele 1999 PM PD140 ASSINDUSTRIA SPORT PADOVA 44:15.39
BRIGANTE Emiliano 2003 AM TS044 TRIESTE ATLETICA 44:33.84

 

Donne

 

 

Atleta Anno Cat. Societ‡ Accredito
TRAPLETTI Valentina 1985 SF35 RM052 C.S. ESERCITO 21:50.83
MIHAI Alexandrina 2003 AF VR784 FONDAZIONE M. BENTEGODI 24:37.10
RAIA Elisa 1978 SF40 TS010 C.U.S. TRIESTE 26:29.91
ZANATTA Agnese 2004 AF TV339 ATLETICA PONZANO 28:44.6
ZANIN Alice 2002 JF GO050 ATLETICA GORIZIA 29:22.03
BARBATO Lara 2004 AF TS010 C.U.S. TRIESTE 29:40.69
VANIN Laura 2000 PF TV354 TREVISATLETICA 29:47.57
BALASSO Manuela 1971 SF45 TV354 TREVISATLETICA 35:17.98
POKLAR Andreja 1966 SF50 SLO03 AK KOPER  
FERLUGA Fulvia 1973 SF45 TS010 C.U.S. TRIESTE  
VIAN Maria 2000 PF TV339 ATLETICA PONZANO  

 

 

Purtroppo, notiza dell'ultima ora e confermataci dalla stessa interessata, a causa di un a contrattura muscolare rimediata giovedì a Bergamo dove aveva gareggiato nei 10.000m marcia su pista, non sarà presente a Trieste Valentina Trapletti.
Un vero peccato perchè vedere gareggiare l'atleta dell'Esercito è sempre uno spettacolo di tecnica e di stile.

 

Venite allo Stadio Grezar, trascorrerete una bella mattinata di sport e onorerete, con la vostra presenza il 75° anniversario del sodalizio !!!

 

Nicola Maggio

 

 

 



Condividi su facebook