14/06/2020   Eskilstuna (SWE): Non ce la fa Perseus Karlstrom a battere il record di Stefan Johansson sui 15.000m marcia su pista






 

 

Bellissima giornata di sole a Eskilstuna (SVE) con una temperatura un po' calda (20°C alla partenza alle ore 9:00). C'era però un fastidioso vento frontale nel rettilineo d'arrivo.

Va di scena il tentativo di Perseus Karlstrom di battere il record svedese sulla inusuale distanza dei 15.000m marcia in pista di 58:52.9 che risale dal lontano 15.5.1992 (più di 28 anni fa) e che appartiene a Stefan Johansson.
Stefan Johansson lo aveva ottenuto a Fana (NOR) di passaggio nella prova dei 20.000m marcia su pista che aveva chiuso in 1:18:35.2 e che è ancor oggi il miglior tempo in pista su questa distanza.

La pista è quella della Ekängens Friidrottsarena, pista di casa per l’atleta svedese. 

 

Partono in tre alle ore 9:04 con qualche minuto di ritardo sull’orario programmato.

 

I primi 1.000m sono coperti da Perseus Karlstrom sul passo di 3:52.

Il passo sembra veloce e in linea con l’obiettivo. 

I successivi passaggi fanno registrare i seguenti tempi ai:

- 2.000m: 7:46 (3:54)

- 3.000m: 11:42 (3:56)

- 4.000m: 15:40 (3:58)

Praticamente dopo il primo giro Karlstrom ha percorso tutti i restanti 1.000m con un tempo superiore di 2”.

 

Il passaggio ai 5.000m avviene in 19:37

A questo punto il record di Stefan Johansson è a rischio perchè Karlstrom ha un vantaggio di circa 6” su tempo ottenuta dal suo connazionale 28 anni fa.

Anche se il passo a vista d’occhio non sembra mostrare momenti di crisi, non si nota neppure quel miglioramento che sarebbe necessario per mandare i soffitta il tempo di Johanssonn.

 

 

 

 

Il passaggio ai 10.000m avviene in 39:32 con i secondi 5.000m coperti in 19:55 (18” più lenti dei primi 5.000).

E’ certamente un tempo sotto le aspettative dell’atleta che vanta un personal best di 38:03.95 e che quest’anno a Melbourne il 12.1 ha fatto registrare un ottimo 38:50.9.

Ma il record di Stefan Johansson (che era passato ai 10.000m in 39:26.7) è ancora alla portata di Perseus Karlstrom in quanto dovrebbe chiudere gli ultimi 5.000m in 19:20.

Egli infatti ha un season best (ottenuto prima dello stop per la Covid19 il 7.3.2020) sui 5.000m marcia in pista di 19:06.68 sempre a Melbourne per cui dovrebbe chiudere gli ultimi 5.000m in 19:20.

 

 

 

 

Purtroppo non sarà così.

I terzi 5.000m vengono coperti da Karlstrom in 19:50.3

Il suo tempo finale è di 59:22.3

 

Resiste quindi il record di Stefan Johansson, ma abbiamo assistito ad un bel rientro a gareggiare di Karlstrom.

 

 

Alcuni commenti di Perseus Karlstrom

 
All'inizio della settimana, giovedì, purtroppo avevo sofferto di un dolore alla colonna vertebrale toracica ed ero davvero preoccupato di non poter gareggiare oggi. Ho avuto un trattamento quotidiano della schiena e sono riuscito a "prepararmi per la gara", ma ancora con abbastanza dolore e problemi respiratori. Direi sicuramente che è stato questo il  grande motivo per cui non ho potuto spingere quel piccolo extra per battere il record oggi !
 
Nel complesso sono molto contento della gara ed è stata una buona prova e sono tornata alle gare. Ora ho ancora qualcosa su cui puntare sulla pista da 15.000m in futuro e spero di poterlo provare ancora e quel tempo senza problemi!

 

 

Provaci ancora “Sueco loco”, ce la farai.

 

 

 

Video della gara (commentato da Evan Dunfee-CAN): clicca qui

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Condividi su facebook