08/06/2020   Domenica14 giugno Perseus Karlstrom tenta di ottenere il nuovo record nazionale di Svezia sui 15.000m marcia su pista






 

 

Perseus Karlstrom ha pianificato di attaccare il record svedese dei 15.000m marcia su pista in una prova a cronometro domenica 14 giugno 2020 nella sua città natale di Eskilstuna.

 
Di seguito una breve intervista con l'atleta.
 
 
 
 
1.- A gennaio a Melbourne hai ottenuto un buon risultato (38:50.9). Come ti eri preparato ?
 
All'inizio di dicembre, dopo i miei 50km senza successo, mi sono preso un po' di tempo libero e poi ho ripreso ad allenarmi. Dato che ho avuto un piccolo problema muscolare, sono tornato gradualmente a camminare e non ho fatto nulla di specifico, tranne tornare a un buon chilometraggio (+100 km/settimana). Ho fatto solo una sessione di ripetizione più breve pochi giorni prima della gara.
 
 
2.- Il tuo record personale sui 10.000metri marcia su pista (38:03.95) è stato ottenuto ai Finnkampen nel 2019. Dicci qualcosa sullo spirito lodi questo storico match ?
 
Finnkampen è una grande incontro nazionale tra Svezia e Finlandia e forse, ogni anno, è la competizione più elettrizzante!
Una grande storia con una battaglia a squadre unica (3 contro 3) in cui entrambe le nazioni vogliono davvero vincere lo rende estremamente prestigioso.
Ci sono tattiche per lo più sofisticate coinvolte nella lotta e molte volte gli allenatori si arrabbiano! Ricordo in particolare un anno in cui stavo sorpassando un finlandese e poi ho rallentato per fare in modo che mio fratello fosse in grado di sorpassarlo all'esterno nell'ultimo giro per ottenere un 1-2 (primo e secondo). L'allenatore finlandese è stato successivamente furioso, ma quando si sono confrontati sulle mosse fatte dai finlandesi, ha interrotto la conversazione !!
 
 
3.- In Europa, se escludiamo Shirobokov (RUS) nel 2019, ci sono cinque atleti con un risultato inferiore a 1:20:00 nei 20km (Stano, Mizinov, Linke, Garcia e tu). Qual è secondo te il tuo avversario più difficile?
 
Domanda a trabocchetto. Sono tutti avversari molto forti, ma mi riserverò di rispondere a questo per non rivelare la forza e le debolezze che vedo in questi atleti.
O d'altra parte per chi ho più rispetto!
Quello che posso dire è che li ho battuti tutti, ma mi hanno anche battuto tutti, e se non sono al meglio affrontando ciascuno di loro ...
 
 
4.- Nella lista mondiale 2019 ci sono sei atleti giapponesi di fronte a te in 20 km. Cosa ne pensi del movimento della marcia in Giappone?
 
Una cosa da ricordare è che le più grandi gare in Giappone, Kobe e Nomi, si sono sempre tenute in ottime condizioni in cui si è sicuri di marciare velocemente se si è in buona forma, ma i tempi più veloci di 1:18:00 sono comunque prestazioni sorprendenti !
Il Giappone sta facendo un ottimo lavoro nel reclutare attivamente e lasciare che i giapponesi provino lo sport in tutto il paese, non solo in alcuni luoghi o in alcune regioni. Hanno anche molto successo nell'avere un buon cameratismo nella squadra nazionale, che sfortunatamente molti paesi stanno lottando per raggiungere ...
Avere degli stage di allenamento regolari con tutti i migliori marciatori del Giappone (selezione nazionale) durante tutto l'anno è un'ottima soluzione per motivare gli atleti. Uno dei grandi fattori per lo sviluppo dell'atleta deriva anche dall'effetto "stage di allenamento" e, avendo questi campi regolari, possono davvero portare avanti la progressione!
 
 
5.- Infine, per favore, raccontaci qualcosa della tua prossima gara su 15.000 metri di pista. Quando, dove e il tuo obiettivo?
 
 
I 15.000 metri di domenica 14 giugno, che si terranno nella mia città di Eskilstuna sulla pista di casa Ekängens Friidrottsarena, sono una cronometro (TT) che noi (io e il mio allenatore) avevamo programmato di fare in seguito a quanto è accaduto in questa insolita stagione. Per mantenere alta la motivazione e avere un obiettivo da raggiungere, abbiamo deciso di fare un TT per vedere dove mi trovo dopo aver provato alcune cose nuove, ma anche per continuare a gareggiare dopo questi periodi in blocco.
Il mio obiettivo per la gara è quello di battere il record svedese di 15.000m del 15 maggio 1992, detenuto dal detentore del record europeo di 20.000m Stefan Johansson. Il record è di 58:52.9. Un risultati difficile, ma se conosco abbastanza bene il mio corpo, dovrebbe assolutamente essere alla mia portata!
 

Sequite la gara su YouTube da questo link ( clicca qui ).

 

 

 


Condividi su facebook