23/04/2020   Il grande Hartwig Gauder non è più tra noi






Oggi è una giornata triste per il mondo della marcia e personale per chi scrive.

Sul giornale tedesco Thueringer-Allgemeine, è uscita la notizia della morte a 65 anni, di uno dei marcatori più importanti del mondo, il tedesco Hartwig Gauder, con una storia impressionante nei 50 km marcia.

 

La morte, avvenuta nella giornata di ieri, è stata causata da un attacco cardiaco.

 

Durante la sua vita sportiva, ha gareggiato con due paesi, la Repubblica democratica tedesca e con la Repubblica federale di Germania, una volta realizzata l'unificazione delle due tedesche.

 

L'atleta di Erfurt aveva vinto tutto per oltre 50 chilometri: l'oro olimpico nel 1980, oltre ai titoli ai Mondiali e ai Campionati europei.

 
Con uno spirito combattivo travolgente, ha continuato a marciare dopo la sua carriera. Dopo un'infezione batterica, le prestazioni del suo cuore sono diminuite rapidamente. Solo un trapianto avrebbe potuto salvarlo. Il 30 gennaio 1997 ricevette un organo da donatore, mentre attendeva dieci mesi con un cuore artificiale.
 
 
Ricordo personale
 
Il 9 novembre 2019 postai per il suo 65° compleanno (10 novembre) una notizia con una dissertazione sulla sua carriera ( clicca qui ).

Il giorno successivo trovai un messaggio sul mio cellulare che diceva così:

Hi Nicola, ich schreibe Dir mal auf Deutsch. Ich wollte mich bei Dir bedanken für Deine Aktivitäten für Race Walking. Es ist mir ein persönliches Bedürfnis. Danke.
 
Ancora oggi non sono riuscito a capire come avrà fatto a trovare il numero.
 
Ci incontrammo personalmente per la prima volta dopo che aveva smesso di gareggiare a Monaco nel 2002, in occasione dei Campionati Europei di Atletica Leggera e da allora restammo in contatto. Voleva rimanere legato alla comunicà internazionale della marcia.
L'ultima volta che ci incontrammo di persona fu a Roma in occassione del campionato Mondiali di Marcia a Squadre del 2016.
Era venuto a gustarsi la 50km nella città eterna ed a respirare l'aria della marcia con gli amici. 
Fu molto fraterno l'abbraccio con Maurizio Damilano.
 
Riposa in pace Hartwig.
 
 
 
 
 
 
 
 


Condividi su facebook